Vai ai contenuti

Il diaspro rosso

Archivio articoli

EVOLUZIONE E CRISTALLI

Pietra considerata sacra da molte lontane civiltà, correlata al pianeta Marte, rappresenta la forza e la passione.

I
ndossato dagli antichi Greci al centro del petto allo scopo di ridestare la passione amorosa e considerata la pietra curativa per eccellenza dai Medicine-Men indiani d’America, il diaspro rosso è fortemente legato alle remote tradizioni. Esso faceva parte delle 12 pietre di cui era adorno il biblico pettorale di Aronne (sacerdote di Gerusalemme) e veniva notevolmente apprezzato dagli Zar russi che ne ricavavano splendide decorazioni incorniciate d’oro per le loro sfavillanti dimore regali.

LE QUALITÁ CHIMICO-FISICHE
Questa pietra, contenente ematite finemente sparsa, ovvero un minerale del ferro al quale deve il suo intenso colore rosso, è una varietà del calcedonio (a sua volta varietà opaca del quarzo) ed appartiene dunque alla specie degli ossidi e idrossidi.
Viene rinvenuta all’estrazione già in forma arrotondata essendo i suoi giacimenti collocati spesso in aree alluvionali.
Il diaspro si presenta come una gemma opaca, a costituzione compatta, formata da quarzo microcristallino a grana molto fine, mancante di elementi fibrosi. Il suo tipico aspetto lucido è dovuto alla presenza nella sua composizione di silice opalina. La varietà rossa possiede uno splendido colore uniforme privo di venature.
La particolare e lucente bellezza di questa gemma ha fatto si che essa sia stata sovente utilizzata a taglio cabochon per intagli, sculture e mosaici.
Giacimenti di questo meraviglioso minerale sono presenti in Brasile, Argentina, Stati Uniti, India ed Europa centrale.

LE PROPRIETÁ TERAPEUTICHE
Trattandosi di una pietra caratterizzata da apporto di grande energia, il diaspro rosso trova la sua ottimale collocazione sul 1° chakra legato alle funzioni sessuali e primordiali.
È considerata la pietra della sicurezza e della difesa dai pericoli dell’ignoto.
Va impiegata sul chakra di base quando siamo convalescenti, senza vitalità, scoraggiati, se stiamo attraversando un periodo particolarmente impegnativo che ci lascia privi di forze.
Dona stabilità, sicurezza, equilibrio emotivo e fisico, dunque è efficace per combattere stati di depressione e di apatia. È inoltre indicata per soggetti di indole timida ed eccessivamente riservata, ai quali dona coraggio e sicurezza soprattutto in ambito sentimentale ed amoroso.
A livello organico trova ideale applicazione in caso di problemi relativi al sangue, nelle anemie, nelle influenze e per rinforzare la salute in generale. È utile anche per la cura di disturbi intestinali, nelle patologie epatiche e nelle problematiche di carattere sessuale.
Originariamente veniva utilizzata per le sue qualità disinfettanti, antibatteriche ed emostatiche e veniva collocata posteriormente alla nuca per fermare il sangue in caso di emorragie nasali. Gli egizi la impiegavano per risolvere problemi ginecologici e per preservare il parto.
Una curiosità è che il diaspro rosso è considerato utile per accrescere le qualità sensitive e radiestesiche.


IL BUON CONSIGLIO

Quando capita di perdere attenzione ed incentivi nei confronti dell’aspetto sessuale della nostra vita, può essere di aiuto l’effettuazione del seguente esercizio che va eseguito con o senza il partner.
Porsi in una condizione di calma mentale coadiuvata dall’accensione di alcune candele rosse, da luce soffusa e da musica rilassante.
Collocare 3 esemplari di diaspro rosso sul chakra della base (1°) a formare un triangolo con un vertice rivolto verso la testa. Inspirare profondamente alcune volte visualizzando un raggio di luce rossa che, emesso dalle pietre inonda i genitali e si dirige verso la colonna vertebrale uscendo dalla testa. Ripetere l’esercizio fino a percepire il calore dell’energia emanata dalle pietre in tutto il corpo e il conseguente risveglio sessuale.


Indietro

Torna ai contenuti